azioni umane Fulvio Di Blasi

La teoria dell’azione di Tommaso d’Aquino

Docente:
Fulvio Di Blasi, Ph.D.

Filosofia Morale

Corso:  “La teoria dell’azione di Tommaso d’Aquino

Lezioni già disponibili sul sito TV di Thomas International

1. La Moralità delle azioni umane

Descrizione: Questa lezione introduce il capitolo più importante dell’opera di San Tommaso d’Aquino in cui viene affrontata direttamente la questione della moralità delle azioni umane: la quaestio 18 della prima secundae della Summa Theologiae.

Di Blasi spiega la metodologia di San Tommaso, la dottrina tradizionale delle fonti della moralità e le distinzioni logiche e metafisiche più importanti che bisogna conoscere per poter affrontare il tema (sostanza e accidenti, materia e forma, genere e specie, ecc.).

La lezione accenna brevemente a tutti gli articoli che compongono la questione 18, soffermandosi sui passaggi più architettonici del discorso dell’Aquinate ed evidenziando i punti nevralgici (e apparentemente contraddittori) che andranno poi sviluppati nel corso.

La parte finale della lezione introduce il tema più generale della natura della scientia moralis di Tommaso e degli atti volontari che sarà oggetto della prossima lezione.

2. Gli atti e le potenze dell’anima

Descrizione: Lo studio degli atti e delle potenze dell’anima è una premessa importante della filosofia morale.

La “scienza morale” di San Tommaso d’Aquino è un prolungamento, per così dire, del suo trattato sull’essere umano. Tommaso sviluppa il suo discorso antropologico in tre fasi. Anzitutto rispetto all’essenza dell’uomo come essere composto di anima e corpo, poi rispetto alle sue facoltà (specialmente l’intelletto e la volontà), e infine rispetto alle operazioni di esse. Il trattato è incompleto, però, perché egli rimanda lo studio delle operazioni della volontà appunto alla parte successiva della sua opera che ha per oggetto la “scienza etica”.

La scienza etica riguarda le azioni volontarie. I concetti che Tommaso usa per la sua etica nascono anzitutto nella sua discussione sulla natura delle potenze dell’anima umana. Uno studio accurato della scienza etica deve pertanto essere preceduto da una comprensione adeguata delle facoltà dell’anima: specialmente, dell’intelletto e della volontà.

In questa lezione, il Prof. Di Blasi si concentra sulla metodologia generale con cui Tommaso distingue le facoltà dell’anima a partire dai loro oggetti. La lezione offre un’esegesi dell’articolo 3 della questione 77 della prima parte della Summa Theologiae, in cui Tommaso delinea le parti dell’anima, le forme di vita e le potenze dell’anima.

3. Le cinque potenze dell’anima

Descrizione: Nella questione 77 della prima parte della Summa theologiae, San Tommaso offre il criterio generale per distinguere le potenze dell’anima in attive e passive.

Il discorso sulle potenze dell’anima continua nella questione successiva, dove si analizzano i criteri che consentono di distinguere le potenze dell’anima le une dalle altre. Come sappiamo, Tommaso identifica cinque potenze: la vegetativa, la sensitiva o senziente, l’intellettiva, l’appetitiva e la locomotiva.

Lo studio della distinzione tra queste potenze specifiche non è facile e presuppone, in particolare, lo studio di come l’oggetto di ogni potenza si unisce o è presente alla potenza stessa. In questa lezione, il Professore Di Blasi affronta questi concetti concentrandosi sul testo della Summa Theologiae contenuto nel primo articolo della questione 78 della prima parte.

4. La potenza appetitiva

Descrizione: questa lezione si concentra sulla distinzione tra gli appetiti sensibili e razionali dell’anima umana nel pensiero di Tommaso d’Aquino. Mentre l’appetito sensibile si basa sulla conoscenza senziente ed è condiviso con gli animali inferiori, l’appetito razionale è proprio degli esseri umani e si riferisce alla conoscenza intellettuale. Questa distinzione è fondamentale per l’antropologia e l’etica filosofica di Tommaso.

DR. DI BLASI IS A PHILOSOPHER EXPERT IN NATURAL LAW THEORY AND THOMAS AQUINAS, AND AN ITALIAN PRATICING ATTORNEY. HE IS THE DIRECTOR OF THE THOMAS INTERNATIONAL CENTER. HE TAUGHT BOTH IN LAW SCHOOLS AND IN PHILOSOPHY DEPARTMENTS, AND HAS MORE THAN 100 PUBLICATIONS IN ENGLISH AND IN ITALIAN. HE TRANSLATED INTO ITALIAN, AMONG OTHER AUTHORS, RALPH MCINERNY, JOHN FINNIS, AND YVES SIMON.